Suggerimenti e riflessioni per il legislatore in riferimento al Ddl a prima firma on. Saltamartini, realizzato da Flaica/CUB

Black Neri Farfetch it Vestito Stileo Roksanda Midi 'manon' OXwZliuPkT
Dettagli

********** Con Adam Abitofiori Lippes Vestiti Giorno Da Donna Economico tsQdBhrxCo Abbiamo favorevolmente appreso dai media e dalle dichiarazioni pubbliche del Onorevole senonchè Ministro del Lavoro Di Maio che in questi giorni è partito ufficilamente l’iter parlamentare per la discussione del Disegno di legge a prima firma del On. Saltamartini ora in discussione presso le commissioni specifiche. 

Avendo partecipato il 12 luglio u.s. ad un incontro preliminare informale, avente tra gli argomenti in discussione anche l’abolizione di alcuni articoli del decreto denominato Collective Abiti Milly Da Donna Vestiaire Verde c3LjS4Rq5A“SalvaItalia” e la liberalizzazione degli orari di apertura al pubblico degli esercizi commerciali, la scrivente Flaica-Uniti/CUB fa riferimento al testo stesso della richiesta d’incontro per apportare soluzioni o suggerimenti utili alla stesura di un disegno di legge il più possibile aderente alle esigenze della parte più debole dei soggetti chiamati in causa: i lavoratori del settore.

Tenere conto dell'impatto sull'intero sistema economico e valutare l'insieme degli effetti è non di meno una nostra priorità, perché come più volte ribadito il nostro non è un “no” (solamente) ideologico e di convenienza.

Al termine del suddetto incontro siamo stati rassicurati dallo Staff del Ministro che ci sarebbero state ulteriori occasioni per approfondire questi temi., ma dobbiamo rilevare che ciò purtroppo non è avvenuto, non siamo stati convocati alle audizioni, nonostante la nostra rappresentatività nelle aziende commerciali sia in continua e rilevante crescita, tale da insidiare e spesso superare nelle singole aziende in tutto il territorio nazionale, il consenso un volta appanaggio dei soli sindacati confederali.Abito Decori Corto Abito Con Corto Con FK1cTlJ3

Detto questo, considerando lo spirito di proposta e suggerimento che da sempre abbiamo dimostrato e ci contraddistingue come sindacato si base nella tutela e la salvaguardia di diritti e salario di tutte le lavoratrici e lavoratori italiani:

Formuliamo le seguenti riflessioni e successivi suggerimenti

Seguiamo con timore anche la prevedibile controffensiva di chi non vede di buon occhio il ritorno ad una regolamentazione più civile: coloro che di questa libertà totale hanno fatto occasione di occupazione di quote di mercato a danno dei soggetti più piccoli e formidabile grimaldello per scardinare diritti contrattuali normativi ed economici dei lavoratori.
Noi lavoratori del sindacato di base siamo in prima persona impiegati in questa partita, e udire vaticinare di centinaia di migliaia di posti di lavoro persi e intere aziende in ginocchio ci fa sentire ancora più il bisogno di replicare ad ogni singola “profezia” con considerazioni complesse e appropriate che, purtroppo, per leggerezza o per mancanza di terzietà, vediamo mancare completamente nel mondo dell'informazione.

Lasciateci qui citare solo due elementi mai considerati a fondo:Black Aderente Léger Vestiti Vestito Midi Donna Hervé Da 001 Y7vgybf6
– le aperture domenicali non hanno mai aumentato i volumi di fatturato e servizi, ma li hanno semplicemente redistribuiti: vendere “100” su 7 giorni equivale a vendere “100” in 6 giorni. Farlo su 7 significa solo chiedere maggior flessibilità allo stesso personale, perchè se pensiamo che “100” sia indipendente dalle ore/lavoro, per FederDistribuzione vorrebbe dire che le migliaia di posti di lavoro persi sono in base ad una previsione di futura vendita di “80” - ipotesi senza alcun fondamento.

Lo vediamo nella necessità che ha portato TUTTE le grandi catene a rendere meno pagato il lavoro domenicale, con disdette o cancellazioni di accordi integrativi che premiavano il maggior disagio del dipendente: se il ritorno economico fosse stato minimamente positivo, certe richieste di perdite retributive non sarebbero giustificate; dovremmo invece assistere ad una redistribuzione del maggior benessere apportato dalle aperture incondizionate - benessere che semplicemente non si è manifestato, se al contrario vengono chiesti sacrifici e perdita di diritti per la sostenibilità di un regime scellerato.

La chiusura domenicale non porterebbe la clientela domenicale a smettere di acquistare, ma semplicemente a redistribuire la propria spesa; il lavoratore domenicale è già da oggi “redistribuibile” nell'arco settimanale – cosa che viene spesso fatta con flessibilità non riconosciuta. I grandi gruppi che hanno registrato (piccoli) incrementi, lo hanno fatto – come già ricordato – a danno di chi non poteva reggere la concorrenza in un mercato senza alcuna regolamentazione, dove nessuna valutazione antitrust sembra essere legittimata.

Le ore/lavoro aggiunte, esempio, dalle aperture h24 del gruppo Carrefour, presto hanno dovuto essere coperte con l'inserimento di appalti con retribuzioni di molto inferiori e diritti inesistenti rispetto al dipendente diretto; questi ultimi hanno visto la compressione, come già detto, dei propri diritti: in sostanza, sono stati obbligati a “finanziare” con le proprie perdite le scelte scriteriate dovute a coperture notturne con ricavi NULLI o pressoché inesistenti.
Maxi Donna Di A Lyst E Alberta Abiti Partire Ferretti Lunghi Da Ovmw8n0N
– Le ore di apertura totali hanno anche un impatto sistemico generale: sappiamo che i livelli di concorrenza oggi impongono vetrine ed espositori sempre rigogliosi e ben forniti. Un giorno di apertura in più (per vendere gli stessi quantitativi settimanali) significa inevitabilmente UTILIZZARE e SCARTARE più merce. Quando pensiamo all'impatto sul mercato ortofrutticolo dei soggetti della Grande Distribuzione, non dimentichiamo che l'imposizione di prezzi bassi nasce anche dalla sempre maggiore voracità dei grandi gruppi, che necessitano più “volume” a minor prezzo. Una vetrina di insalate piena 7 giorni su 7 crea 1/7 in più di spreco: spreco che si rifletterà inevitabilmente sul consumatore e sul lavoratore agricolo.

E' pacifico, infatti, che gli stessi promotori delle aperture continuate non siano disposti a mettere in conto le maggiori spese e tendano a metterle in conto altrui; invitiamo semplicemente a fare un parallelo tra l'inizio delle liberalizzazioni e il costo della merce al produttore: senza fare troppa macroeconomia, è inscindibile la stagflazione dalla condizione di produttori che non riescono a coprire nemmeno i costi – che siano pomodori, carne, formaggio.

“Sprecare” è un lusso che si possono permettere solo i grandi gruppi – ed è un elemento che, come già detto, ha ripercussioni molto più ampie del solo settore, estendendosi ad ogni tipo di servizio e produzione, come lo spreco alimentare abbia anche risvolti sull’ inutile consumo di energia o acqua peggiorando inquinamento e spreco di risorse;

Il costo sociale è ingente, ma può essere quantificato: invitiamo a calcolare quanti strumenti di sostegno al reddito sono messi in atto dall'Inps per prestazioni in copertura di orari disagiati. Essendo noi e nostri colleghi, sappiamo che mezzi quali il Congedo Parentale frazionato o le ore di permesso ex legge 104/92 vengono richieste spesso per mancanza di alternative: una chiusura serale ad orari proibitivi o un turno domenicale, per una madre e, genericamente, chi ha funzione di assistenza, spinge ad indirizzare questi strumenti in copertura di tali fasce. Per quanto marginale, è un altro capitolo di costo che i grandi gruppi scaricano sulla collettività, facendo contratti sempre più disagiati per aperture sempre più proibitive, creando nuove richieste di sostegno dove prima non vi era necessità di conciliazione con la vita privata;

– la ripercussione economica, quanto del “benessere” della Grande Distribuzione sia stato pagato da altri settori “complementari” non è mai stato quantificato. Federdistribuzione stessa riconosce che un weekend “libero” ha un valore aggiunto: Esselunga, ad esempio, lo ha messo come “premio” incentivante nel (per noi infausto) Accordo sul lavoro domenicale, implicitamente sottolineando che un dipendente con due giorni liberi può dedicarsi ad altro.

Sappiamo benissimo che un dipendente di un supermercato che chiude alle 22.30 non andrà al cinema o in pizzeria; sappiamo che lo stesso, la domenica, non potrà fare il turista “fuori porta”. Al netto di valutazioni sul nostro (deboluccio) potere d'acquisto, sappiamo che centinaia di migliaia di dipendenti del settore sono potenzialmente “sottratti” dall'essere consumatori d'altro, per carenza di tempo libero o orari disagiati. Anche questo è un costo che, alla lunga, si riflette sull'intero sistema.

– Si agita anche lo spettro della minaccia dell'e-commerce, la spesa on-line, dicendo che è un mercato senza regole. Si afferma implicitamente che, per contrastare un mercato digitale senza regole c'è bisogno che le regole vengano tolte anche a noi del commercio stanziale. Noi pensiamo che vadano date ai lavoratori delle “nuove” piattaforme: diritti sindacali, diritti ad un contratto dignitoso – nel solco di quello che è emerso nella discussione sui fattorini del “domicilio in bicicletta”. Le “nuove” forme di commercio hanno margini solo in virtù di maggior possibilità di sfruttamento: chiedere che il nostro settore, la Grande Distribuzione, possa “competere” con la concessione degli stessi metodi di sfruttamento è demenziale e autodistruttivo, soprattutto alla luce del fatto che stipendi più bassi, minori competenze che si spostano su mansioni sempre meno qualificate e qualificanti, significa nel lungo termine danneggiare anche indicatori macroeconomici quali la produttività, il valore aggiunto, il prodotto interno lordo.

Si sa che la “moneta cattiva” scaccia quella buona dalla circolazione: tollerare forme di sfruttamento, ritenerle “inevitabili” ed abbassarsi a competere con gli stessi metodi non è solo un attacco alla dignità del lavoro, ma un invito a regredire sul piano etico, l'inizio di una spirale che potrebbe solo peggiorare.

Siamo consapevoli che le pressioni e le (velate o meno) minacce di Apocalisse sul piano dell’occupazione, da parte di chi ha altri interessi saranno forti, e vogliamo contribuire affermando con forza che la nostra posizione non nasce da egoismi o mentalità “nostalgica” ma da considerazioni ponderate e da valutazione di un BENE COMUNE quali l'intero sistema sociale ed economico. Può sembrare una dichiarazione altisonante, ma siamo certi che momenti critici quali quello che stiamo vivendo abbiamo bisogno di motivazioni che non temano di “volare alto”.Primavera ChemisierCollezione 2019 it Vestiti Stileo Lunghi 0wXnOk8P

E Compara it Donna Copains Acquista Vestiti OnlineFashiola Les W9EI2DH

Ed ecco quindi che ci permettiamo, come sindacato di base delle lavoratrici e dei lavoratori Flaica/CUB del commercio, di riassumere per vostra comodità I punti qualificanti della comunicazione che a suo tempo Vi inviammo:

• Abrogazione decreto “SalvaItalia” per la parte che riguarda la liberalizzazione degli orari di apertura; indichiamo come suggerimento, in aggiunta al già ottimo impianto del ddl “Saltamartini” riguardante le aperture domenicali che contempla le quattro domeniche di Dicembre e più altre quattro aperture accessorie in deroga nell’arco di tutto l’anno, di inserire nel testo, in commissione un articolo che contempli anche ben precisi orari di apertura e chiusura degli esercizi commerciali, entro i quali le Regioni o gli enti locali comunali si dovranno attenere, evitando così le derive liberiste alle quali i lavoratori del settore sono stati assoggetati in questi anni, senza via di scampo. Vincoli che riteniamo necessari affinche gli enti locali preposti, quali soggetti autorizzativi, non restino in balia di interpretazioni fantasiose o della “convincente” audacia delle Lobby della grande distribuzione organizzata.

• A titolo di suggerimento ponderato insieme ai lavoratori della Grande Distribuzione (dei quali chi vi scrive ne fa parte), formuliamo la seguente proposta di orari:

LUNEDÌ – VENERDÌ dalle ore 8:00 alle ore 20 continuatoAbito Decori Corto Abito Con Corto Con FK1cTlJ3
SABATO dalle ore 7:30 alle 18:00 continuato
DOMENICA CHIUSO deroghe escluse.



Tutto questo si basa anche sul confronto con economie europee di Stati che hanno outlook ben più positivi del nostro pur rispettando orari simili. Per l'espressione del testo, naturalmente ciò può essere formulato sotto forma di nastri orari massimi.

E' importante che vi siano paletti chiari e non interpretabili per la definizione di tutto ciò che verrebbe delegato al territorio: sottolineiamo quindi l'importanza anche di criteri stringenti per l'individuazione dei comuni “turistici” e dell'applicazione della normativa negli stessi. Questi, infatti, non possono essere soggetti a criteri volatili con i quali si farebbero classificare intere aree in maniera impropria pur di rientrare nel campo delle deroghe e, una volta definiti, anche i comuni inequivocabilmente “turistici” non dovrebbero poter avere una carta bianca che renderebbe vano e nullo il provvedimento stesso.

Comuni turistici: anche questo capitolo, per evitare mal interpretazioni e quindi tornare alla giungla esistente ad oggi, per cui sembra che la maggioranza dei comuni italiani sia a carattere turistico, è necessario stabilire a livello nazionale dei saldi vincoli o criteri di assegnazione.
Per i Comuni a caratterizzazione turistica: la loro definizione potrebbe avvenire agganciando ad esempio la denominazione di "Comune turistico" in base agli introiti della tassa di soggiorno che i Comuni incassano dagli operatori turistici, i quali sarebbero un dato reale e certificabile, ed una volta aver acquisito tale denominazione, per una località marittima potrebbe essere proficuo estendere la deroga alle chiusure per i mesi di Luglio e Agosto con in più Dicembre che già ne fa parte nel DDL senza aggiungere le altre quattro accessorie previste sempre dal DDL. durante l'anno, per i comuni montani i mesi potrebbero essere gli stessi mesi luglio e agosto con l'aggiunta di gennaio dando solo la facoltà alle Regioni di negare la deroga eventualmente, e per non fare torto alle località marittime anche in questo caso l’ente locale può in accordo con parti sociali e datoriali aggiungere un mese arrivando a 4 mesi come per i comuni montani, oppure utilizzare le 4 domeniche accessorie già previste dal DDL. ma il totale sarebbe sempre di 16 domenice lavorate su 52.

Ci sono poi ci sono le città d'arte per le quali nonostante il turismo (ci dicono i dati), sia presente tutto l'anno senza picchi estivi o invernali si possa usare la stessa disciplina, solitamente il turismo"d'arte" non va in cerca dello shopping al centro commerciale, ma visita musei, gallerie e antiquari d'arte o và ad ascoltare concerti o a teatro, riassumendo stiamo parlando sempre di 16 domeniche, circa il 30% delle 52 domeniche totali, i festivi non si derogano neanche nel comune turistico, ribadendolo nella stesura del DDL.

Vendita al dettaglio e somministrazione di alimenti: Si segnala la necessità di regolamentare per esempio in base alle “metrature” delle attività commerciali richiedenti, la possibilità delle sudette, di trasformazione da “vendita al dettaglio” a “somministrazione e consumo di alimenti e bevande” (tavola fredda-tavola calda, sarebbe sufficiente che un supermercato metta qualche tavolo davanti al banco gastronomia e faccia consumare le proprie lasagne con due posate di plastica; cosa molto diversa se lo facesse un negozietto di gustose delizie gastronomiche in centro città di 20mq.) in quanto il confine tra le due tipologie di denominazione è molto sottile, tale sconfinamento determinerebbe la quasi totale fuoriuscita del settore del commercio puro al dettaglio per rientrare nella somministrazione, al solo fine di svincolarsi da ogni regolamentazione degli orari di apertura, rendendo così inutile qualsiasi intervento in materia, lasciando lavoratori e Governo solo con un pugno di mosche”.
A11 White Moschino Gonna Donnam4421b00q A Tubino Black Boutique SzGLMjqVpUCon questa regolamentazione, noi lavoratori saremmo sicuri di avere una migliore conciliabilità nella gestione dei tempi di vita/famiglia e lavoro, senza che ciò abbia ripercussioni né a livello di opportunità di acquisto, né sul piano economico del sistema Paese e tanto meno sulle imprese del settore. Le aperture senza limiti in assenza di salari dignitosi hanno aggiunto costi ed innestato un circolo vizioso il cui evidente risultato è visibile nello stato di crisi di chi questa accelerazione l'ha cavalcata con più decisione, come Carrefour e Auchan. L'insostenibilità dei costi gestionali, davanti a clienti con le tasche vuote, ha inoltre aumentato il divario sul territorio, con la Grande Distribuzione che dopo aver colonizzato il meridione e sfibrato il tessuto economico, ora batte in ritirata e lascia dietro di sé ecomostri abbandonati e macerie.

Gli anni di massima espansione si sono avuti in tempi di orari di apertura ristretti, a riprova che l'unica vera medicina per il benessere di tutti è la riduzione degli sprechi, lo stop al ribasso dei diritti dei lavoratori e, di conseguenza, una vera politica di redistribuzione del reddito e del potere d'acquisto!

Per il Coordinamento Lavoratori della Grande Distribuzione
Flaica – Uniti CUB

************     Abito Decori Corto Abito Con Corto Con FK1cTlJ3Balze Con Farfetch Suboo Corto Vestito K1lcJFuna bufala o fake ideata da ignoti nel 2015 che ha fatto il giro del web  

 

Abito Decori Corto Abito Con Corto Con FK1cTlJ3
Online Prezzi Inverno E DonneCompara Acqusita Vestiti I Lunga vN0Onwym8